Tour Casablanca a Marrakech Fes chefchaouen

Giorno 1 :  Aeroporto Casablanca » Marrakech

In corrispondenza con l’arrivo del vostro volo, il nostro personale vi attenderà in Aeroporto di Casablanca e ci trasferiremo a Marrakech. Cena libera e pernottamento in Riad.

Giorno 2 : Marrakech 

Prima colazione in riad, visita guidata della città. Marrakech è soprannominata “La Perla del Sud” ed è stata fondata nel XII secolo dalla dinastia degli Almoravidi. I fondatori del Marocco hanno lasciato palazzi e giardini degni di nota. Visita delle Tombe Saadiane, i giardini della Koutubia e il palazzo di Bahia. Proseguimento con la visita dei souk e passeggiata tra i vicoli della città, dove gli scenari sono affascinanti. Infine visita della famosa piazza Djemaa El Fna. Cena libera e pernottamento in Riad.

Giorno 3 : Marrakech  »  Essaouira  »  Marrakech

Partenza alle 8 del mattino. Dopo circa 3 ore, si raggiunge il vecchio porto di Mogador, costruito dai portoghesi in una stretta penisola con una mezzaluna enorme di sabbia fine. Perfettamente protetto dai suoi imponenti mura del palazzo del XVIII secolo francese, la città è in gran parte pedonale ed è diviso in diversi quartieri di progettazione in una griglia. Dalla cima della Skala si può vedere la porta colorata di pesca, le fortezze e le armi spagnole. Essaouira è anche famosa per il suo artigianato, oggetti pregiati in particolare di legno (il vostro) intervallate da legno di limone, ebano, madreperla o d’argento o di fili di rame. Se vi piace il pesce, potrete gustare un pasto nel porto. Rientro nel pomeriggio a Marrakech trasferimento al Riad, cena libera e pernottamento in Riad.

Giorno 4: Marrakech – Ait Ben Haddou – Roses Valley – Gole del Dades

Dopo la colazione partenza da Marrakech con destinazione Ouarzazate e gole del Dades attraversando il passo di Tizi-n-Tichka (2260 m) tra le montagne dell’Alto Atlante. Da Marrakech a Ouarzazate, vedremo paesaggi mozzafiato, di diversi colori e villaggi berberi. Raggiungeremo il villaggio fortificato di “Ait Benhaddou” patrimonio mondiale dell’UNESCO dal 1986. Questo Ksar è famoso ai visitatori che di frequente fanno i viaggi da Marrakech e Ouarzazate. Kasbah di Ait Benhaddou è una delle tante attrazioni del sud del Marocco, che è servita da decorazioni naturali per numerosi film che sono stati girati nella regione “, come Lawrence d’Arabia e Gesù di Nazareth.” Attraversate il fiume per scoprire da vicino kasbah Ait Benhaddou e salire fino alla cima della collina per scattare foto.

Poi partire verso la valle delle rose e il palmeto di Skoura per raggiungere le Gole del Dades, dove passeremo la notte in un albergo tipico marocchino, che si trova nel cuore delle Gole del Dades nel sud del Marocco. Hotel.

Giorno 5: Gole del Dades – Gole del Todra – Tingdad – Erfoud – Merzouga

Dopo una colazione tipica marocchina, andremo verso il deserto attraverso la valle del Dades e il percorso delle 1000 Kasbah attraversano villaggi berberi e paesaggi colorati. Arriveremo a Tinghir dopo circa 45 km con il suo bel palmeto e il vecchio quartiere ebraico e continueremo il nostro viaggio per raggiungere le Gole del Todra. Tempo libero per una passeggiata lungo i canyon di circa 300 m di altezza. Poi, ci dirigiamo verso il deserto di Erg Chebbi dune di Merzouga. Pranzo sulla strada prima di raggiungere Erfoud. Arriveremo alle dune di Erg Chebbi, dove ci aspettano i cammelli per un tour di 1h30 nella sabbia del deserto per ammirare il tramonto, grande fascino, prima di arrivare al nostro bivacco dove ci aspetta una serata indimenticabile sotto le stelle e le tende nomadi e il suono di tam tam della musica del deserto.

Giorno 6: Merzouga – Khamlia – Viallagi – nomadi – Merzouga

Dopo aver ammirato una splendida alba sulle dune faremo rientro con i cammelli a Merzouga, dove in hotel sarà fatto la colazione e una doccia. Poi la giornata dedicata alla scoperta della regione di Merzouga: la zona dove si trovano i fossili naturali del deserto, il villaggio di Tissrdmin dove sono stati girati molti film, il deserto nero con le sue pietre vulcaniche e la visita ad una famiglia nomade. Visiteremo poi il villaggio di Kamlia, famoso per i suoi abitanti provenienti dall’Africa Nera e per la loro musica. Ritornando Cena e pernottamento Hotel.

Giorno 7:  Merzouga – Valle Ziz – Medio Atlante – Foresta di cedri  – Ifrane – Fes 

Dopo la colazione partenza per Fes, passando dalla valle dello Ziz punteggiata di palme. Proseguimento verso il Medio Atlante con le sue foreste di cedri de Azrou dove potremo incontrare qualche scimmia . Passeremo per Ifrane, una cittadina in stile europeo, fino ad arrivare a Fes alla sera. Cena e pernottamento in Riad.

Giorno  8 : Fes 

La mattinata verrà dedicata alla visita di Fes, accompagnati da una guida turistica locale. Fes è la più antica delle città imperiali, fondata nell’808 quale prima capitale politica, religiosa e culturale del Paese. Iniziamo la visita attraverso le Porte Dorate del Palazzo Reale; subito dopo, da un punto di osservazione più alto, potremo ammirare le mura di cinta che inglobano l’incredibile e antica medica di Fez, dove più tardi faremo una passeggiata a piedi per sperimentare le mille sensazioni che la Medina suscita in ogni suo visitatore. Scopriremo moschee e mederse (le antiche università coraniche), caravanserragli e luoghi religiosi, fino ad arrivare al quartiere dei conciatori. Tempo libero per pranzare (n.b. il pranzo non è incluso) e continueremo visitando il quartiere degli artigiani, i quali hanno appreso la loro arte dagli spagnoli andalusi, trasferendo poi la conoscenza in Marocco e mantenendo intatta quest’arte ancora ai giorni nostri; per questa ragione Fez merita il titolo di “città degli artigiani”. Cena e pernottamento in Riad.

Giorno 9 : Fes – Chefchauen

Dopo la colazione riprendiamo il nostro viaggio in direzione di Chefchaouen (più semplicemente chiamata Chaouen),  la più fotografata di tutto il Marocco. Chefchaouen, la bianca città, fu fondata nel 1471 e si trova nella cavità tra due montagne (da qui il suo nome “ech-Chaoua”, le corna). Strade strette e ripide con edifici ad intonaco bianco e indaco, piazzette, fontane dalle belle decorazioni e case con porte riccamente abbellite, insieme ai tetti di tegole rosse, la rendono una cittadina deliziosa. Chaouen è considerata una “città santa” in quanto ha otto moschee. La sua popolazione originaria era composta principalmente da esiliati andalusi, tanto musulmani come ebrei, ragion per cui la parte antica della città ha un aspetto molto simile a quella dei paesi andalusi, con piccole vie dal tracciato irregolare. La parte più antica della città è stata costruita nella parte alta della montagna dove si trovano anche le sorgenti del fiume Ras al-Ma. Il centro della città corrisponde con la piazza di Uta al-Hamman, dove si trovano la fortezza e una moschea con torre di base ottagonale. La città nuova è stata costruita più in basso. In passato l’accesso alla città ero proibito agli stranieri; furono le truppe spagnole ad aprire Chaouen una volta preso il controllo della zona nord del Marocco per instaurare il loro protettorato. Cena e pernottamento in Riad.

Giorno 10 : Chefchauen – Tangeri

Dopo la colazione partenza al porto di Tangeri e fini dei nostre servizi.

Per i maggiori dettagli, prezzi e servizi inclusi o altre chiarimenti e modifiche che volete fare, non esitate a contattarci. Siamo a vostra disposizione

× Whatsapp