Tour 3 giorni da Fes a Marrakech via il Deserto

Giorno 1: Fez – Ifran – boschi delle scimmie – Midelt – Erfoud –Merzouga – deserto

Partiremo dal vostro albergo ed attraverseremo il Medio Atlante passando per Ifran e Azrou. Ifran viene chiamata “la Svizzera marocchina” per il suo stile architettonico.
A 1,650 metri di altitudine, è abitata fin dalla preistoria e ha una delle maggiori università di tutto il paese. È anche un centro estivo e sciistico. È al centro di un parco naturale di 53.000 ettari, pieno di cedri e querce, tra le sagome di antichi vulcani, dove giocano le scimmie. Infatti nei boschi di questa regione si trovano 200.000 macachi berberi. 
Azrou, invece, è molto famosa, e viene distinta proprio per questo, per i suoi tetti di piastrelle verdi, con i camini sormontati da nidi di cicogne.
A mezzogiorno termineremo a Midelt, molto bella dal punto di vista geologico.
Dopo la pausa attraverseremo il passo di Tizi N’Talghomt di 1.907 metri, che ci regalerà una stupenda vista panoramica.
In seguito attraverseremo le gole e la valle del fiume Ziz, un fiume che nasce sulla catena montuosa dell’ Atlante e scompare dalla superficie 282 km dopo, nel deserto del Sahara. Da esso bevono le palme e tutta la vegetazione che vedremo, e grazie a questo fiume, anche se non sono visibili all’occhio umano, nel sud del deserto si formano oasi che rendono colorato il paesaggio desertico.
Costeggeremo il lago del bacino di Hassan-Addakhil con la sua acqua azzurro turchese e la sua diga di terra rossa.
Dopo meravigliosi villaggi fortificati ed una vista privilegiata del palmeto di Aoufous, attraverseremo Erfoud, terra dei fossili.
Andremo poi ai piedi delle dune, a Merzouga. Erg Chebbi, è il deserto di dune alte fine a 150 metri, le più grandi del Marocco.
Dopo un adorabile passeggiata di un’ora sui dromedari, ascoltando il silenzio e abituando i nostri occhi al nuovo orizzonte, arriveremo al nostro accampamento di Tende.
L’impressionante tramonto del sole lascerà il posto ad un cielo stellato e alla luna che ci veglierà per tutta la notte.
Ceneremo e parleremo senza pensare al tempo che passa, e poi riposeremo nelle nostre tende, come tutti gli uomini e le donne hanno fatto nei secoli. 

Giorno 2: Merzouga – Rissani – Erfroud – Gole del Todra – Gole del Dades

Potremo alzarci prima dell’uscita del sole ed aspettarlo tutti insieme tra le dune.
Qui potremo godere di uno dei momenti più magici che il deserto di Merzouga offre: l’alba di un nuovo giorno. Carichi dell’energia del sole, faremo una colazione tipica nel nostro vivac.
In seguito, i nostri pazienti dromedari ci accompagneranno all’albergo, dove potremo farci una rilassante doccia e ripartire poi, con il nostro viaggio.
Arriveremo cosi a Rassini, la porta del deserto, dal passato è l’incrocio di strade tra il nord ed il sud, con un chiassoso mercato, che continua ad essere un luogo di scambio.
A Rissani si trova il mausoleo di Moulay Ali Chérif, il fondatore della dinastia alawuita.
Seguiremo fino a Erfoud. Queste valli sono piene di giacimenti geologici e minerali.
Inoltre in essi abitano i discendenti di varie tribù Amazigh, anche per questo è una regione con una grande ricchezza socio-culturale.
Qui coltivano le palme da datteri, praticano la tessitura di coperte, tappeti ed indumenti di lana.
Nelle montagne vicine abbondano le piante aromatiche e medicinali.
La produzione artigianale della zona cerca di coprire le esigenze locali.
Il nostro percorso sarà un susseguirsi di ksar, palmeti ed oasi.
Vedremo anche il sistema di irrigazione chiamato “khetarra”, usato fin dall’antichità e simile ad un canale d’irrigazione.
Tra Tinejdad e Tinerhir faremo una fermata per riempirci lo stomaco.
Godremo della vista del palmeto che si estende ai contrafforti dell’Atlante.
Partiremo poi, per le Gole del Todra, un canyon di pareti verticali di 300 metri di altitudine con una separazione di 10/20 metri di larghezza, nel loro punto più stretto, sono proprio un paradiso per le scalate e le arrampicate.
Il fiume Todra forma queste pareti con la sua acqua cristallina, fresca e limpida.
Qui faremo una breve passeggiata a piedi lungo il letto del fiume.
Poi continueremo fino alle Gole del Dades, una valle dove gli edifici di mattoni si fondono con le rocce che li circondano.
Il fiume Dades, invece, attraversa la valle lentamente creando queste formazioni dette “le dita delle scimmie”.
Alla fine della giornata alloggeremo e ceneremo in un hotel nelle stesse Gole del Dades.

Giorno 3: Gole del Dades – Valle delle Rose – Ouarzazate – Ait Ben Haddou – Tizi N’Tichka – Marrakech

Dopola colazione, attraverso Boumalne de Dades, El-Kelaa M’Gouna e Skoura, attraverseremo la Valle delle Rose, con ettari pieni diroseti che fioriscono da aprile a giugno, le rose cosi coltivate vengono distillate estraendo profumi ed essenze. All’annosi raccolgono migliaia tonnellate di fiori. Attraversando,poi, la valle delle mille Kasbah e il palmeto di Skoura, arriveremo ad Ouarzazate, dove potremo vedere la Kasbah di Taourirt che fu costruita dalla dinastia del Pascià Glaoui.
La Kasbah proteggeva dalle interperie climatiche e dalle incursioni armate.
La Kasbah di Taourirt è anche uno ksar, cioè una città fortificata abitata, collegata da una rete di strade strette.
Ouarzazate, invece, è un centro di produzione cinematografica.
Andremo in seguito a Ait Ben Haddou, uno degli ksar meglio conservati di tutto il sud del Marocco e patrimonio mondiale dell’UNESCO.
Esso è una sceneggiatura naturale usato per molti film e serie tv. Qui potremo liberamente passeggiare e visitare il posto.
Nel pomeriggio, dopo aver lasciato Ait Ben Haddou, ci dirigeremo verso l’Alto Atlante, attraverseremo il porto di Tizi n’Tichka a 2260 metri di altitudine, vedremo le quote più alte di tutto il nord Africa, dove i venti del Sahara e del Mar Mediterraneo si uniscono. Inoltre i villaggi berberi che pendono dal pendio delle montagne ci accompagneranno lungo il cammino.
La natura e il colore del terreno cambieranno poco a poco trasformandosi dall’ocra al rosa, passando per il grigio dei minerali.
Le città si fondono con l’ambiente ed entrambe hanno lo stesso colore. Questo passaggio ci fornirà panorami eccezionali mentre arriveremo a Marrakech.
Qui ci trasferiremo all’hotel scelto, qui finirà il nostro servizio.

Per i maggiori dettagli, prezzi e servizi inclusi o altre chiarimenti e modifiche che volete fare, non esitate a contattarci. Siamo a vostra disposizione

× Whatsapp