Tour 4 giorni da Marrakech, Oasi kasbah e Deserto

Giorno 1: Marrakech – Kasbah Telouet – Ait Ben Haddou – Agdz

Verremo a prendervi alle 8.30 in hotel o riad dove alloggerete a Marrakech. Partiremo per l’Alto Atlante attraversando il porto di Tizi N’Tichka (la più alta attraversata del Nord Africa a 2.260 metri di altitudine), faremo delle soste per goderci le spettacolari viste panoramiche.
Si siete interessate possiamo visitare la cooperativa di olio di argan, dove scopriremo il processo di realizzazione e spiegheremo gli innumerevoli benefici che ha per il corpo umano, sia nel suo uso interno che esterno.
Continueremo, poi, a sue verso telouet, dove visiteremo la Kasbah di Pacha Glaoui fondata nel xx secolo. Quindi continueremo il nostro viaggio attraverso la valle di Ounila che ci porterà alla città di Ait Ben Haddou, dove visiteremo la sua Kasbah (dichiarata patrimonio mondiale dell’UNESCO).
In questo scenario spettacolare sono stati girati numerosi film e serie tv internazionali di popolarità ad esempio “Il gladiatore” o “il gioiello nel Nilo”.
Cammineremo attraverso i suoi vicoli e potremo arrampicarci sulla cima della collina per ammirare i suoi dintorni.
Pranzeremo nel villaggio e proseguiremo verso Agdz.
Attraverseremo l’Anti Atlante e arriveremo nel pomeriggio al villaggio, dove ceneremo e alloggeremo in un Riad situato nella valle del Draa.

Giorno 2: Agdz – Valle del Draa – Kasbah Tamnougalt – Alnif – deserto di Erg Chebbi

Dopo la colazione, entreremo nella valle del Draa, attraversando uno dei fiumi più lunghi del Marocco.
Faremo delle fermate dove potremo ammirare le deliziose kasbah di fango e i villaggi berberi che puntuggiano il percorso lungo la valle del Draa.
Visiteremo la kasbah Tamnougalt, che nell’era saadiana era un presidio.
Il suo ruolo politico ed economico iniziò con la caduta di Taleb El Hassan, per volere del sultano nel diciottesimo secolo.
Continueremo, poi, il nostro cammino verso Alnif, dove potremo pranzare.
Dopo circa 2 ore raggiungeremo le impressionanti dune di Merzouga, ai piedi del deserto dell’Erh Chebbi.
Ci sarà offerto un thè di benvenuto mentre riposiamo un po’ dal viaggio. Lasceremo al lodge ciò di cui non abbiamo bisogno nel deserto e partiremo in una carovana di dromedari che in una passeggiata di un’ora ci porterà ai piedi della Grande Duna.
Accompagnati dal meraviglioso tramonto del deserto, ceneremo al campo nomade e trascorreremo la notte nelle Tende nel cuore del deserto, sotto la sua spettacolare coltre di stelle.

Giorno 3: Erg Chebbi – Rissani – Erfoud – Gole del Todra – Gole del Dades

Ci sveglieremo prima dell’alba per vedere il sole sorgere dalle dune. Ritorneremo, poi, al lodge con i nostri dromedari dove faremo una doccia e ci goderemo una deliziosa colazione.
Andremo, in seguito, a Rissani, una città santa situata in un importante palmeto nel centro di Tafilafet. Al giorno d’oggi è un centro agricolo per la produzione di frutta e datteri e un luogo di incontro per le persone che vivono nei dintorni.
L’ Antica città di Sijilmassa era una delle basi più importanti delle carovane che attraversavano il Sahara verso Timbuktu.
All’ingresso della città è possibile vedere le rovine di fango di questa antica città.
Circondando le rovine arriveremo alla porta monumentale splendidamente decorata, che è attualmente l’ingresso della città.
È il luogo di nascita dell’attuale dinastia Alaoui e in essa si trova la tomba Zaouia fondata da Moulay el Cherif. Mette in evidenza il suo vivace suk (mercato locale).
Al mercato è possibile trovare gli apprezzati datteri di Majhoul del Talilafet, l’artigianato della regione con i gioielli del sud, oggetti rustici, sciarpe ricamate, coperte ed avere l’occasione di vedere dove si radunano gli asini.
Da questa regione del Talilafet nasce la musica Malhun, con testi molto poetici che cantano al più alto valore e amore umano.
Proseguiremo, poi, verso Erfoud, terra di fossili e minerali come ad esempio denti e ossa di pesci, di coccodrilli, di dinosauri, di ragni, granchi e scorpioni. Tutti i fossili formano grandi rocce scure che gli artigiani usano per scolpire lavandini, tavoli, fontane, posacenere, piatti e sculture varie.
Possiamo conoscere i dettagli dei suoi mestieri di pietra nella fabbrica di marmo fossilizzata.
In seguito raggiungeremo uno dei punti di forza del sud marocchino: le Gole del Todra.
Il fiume Todra ha formato una gola di pareti verticali di proporzioni enormi e di grande bellezza, è un posto perfetto per gli scalatori ed un posto unico.
Pranzeremo sul posto e faremo una passeggiata per contemplare le gole in tranquillità.
Nel pomeriggio proseguiremo verso la Valle del Dades, passando per Boumalne arrivando cosi alle Gole del Dades dove ceneremo e resteremo per la notte.

Giorno 4: Gole del Dades – Valle delle Rose – Kasbah – Amerhidil – Kasbah Taourirt – Marrakech

Dopo la colazione, riprenderemo il nostro viaggio su una strada costellata di Kasbah, tutte diverse e uniche.
Dopo diverse fermate andremo lungo il percorso delle Mille Kasbah, fino alla Valle delle Rose.
Nel grande palmeto di Skoura visiteremo la kasbah di Amerhidil, uno dei più antichi e uno degli edifici fortificati più rappresentativi del Marocco.
La sua immagine si trova addirittura sulle banconote da 50 dirham.
La kasbah si trova all’interno del palmeto e la costruzione più antica risale al 17° secolo.
Oggi Ouarzazate è un centro internazionale di produzione cinematografica che visiteremo, insieme alla kasbah di Taourirt.
Questa imponente Kasbah è stata dichiarata patrimonio dell’umanità dall’UNESCO, è stata la residenza di uno dei più potenti governatori della regione ed è attualmente la sede di un’organizzazione responsabile della conservazione del patrimonio architettonico del sud marocchino.
Essa forma una complessa sovrapposizione di mura e di torri merlate che formano una vera e propria fortificazione.
Si dice, inoltre, che fosse una delle kasbah più belle del Marocco, il suo ospite, il Glaoui o pasha di Marrakech, dominava tutte le terre dell’Atlante.
L’esterno della kasbah colpisce gli occhi, ha fori geometrici come unica decorazione e il semplice fango ne esalta la grandezza. Le pareti interne sono cosi spesse che mantengono la temperatura interna e proteggono da venti e sabbia. La sala principale gode di illuminazione naturale grazie a una grande finestra. Ha servito come decorazione naturale in diversi film come “Il cielo protettivo” e “Il gladiatore”.
In seguito ad un bel pranzo attraverseremo nuovamente il passo di montagna Tizi N’Tichka e godremo delle spettacolari vite panoramiche che offre.
Arriveremo a Marrakech intorno alle 17:00 dove vi lasceremo ai vostri alloggi e qui finirà il nosro servizio.

Per i maggiori dettagli, prezzi e servizi inclusi o altre chiarimenti e modifiche che volete fare, non esitate a contattarci. Siamo a vostra disposizione

× Whatsapp